Log in

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

LA FESTA DEI RAGAZZI E LE SEMINARIADI 2018: grazia su grazia

Carissimi amici,

Può sembrare esagerata l’espressione dell’evangelista Giovanni grazia su grazia, quando nel bellissimo prologo del suo Vangelo parla del dono immenso dell’Incarnazione di Gesù, riservato per quelli che lo accolgono. Ritenere grazia su grazia due esperienze di festa, di gare olimpiche e di incontri con tantissimi ragazzi può sembrare riduttivo, eppure – vi confido – è stato veramente così.

Domenica 29 aprile 2018 il nostro Seminario è stato “vigna” (espressione del Vangelo del giorno) aperta e accogliente e tante famiglie ci hanno incontrato venendo pellegrine al Santuario da Gesù Bambino: è questo l’appuntamento annuale della FESTA DEI RAGAZZI.

Vai alle foto della festa!

  1. Andrea Frizzarin, il nostro infaticabile e vulcanico vocazionista, ha organizzato una super festa, piena di sorprese e di novità: il grande gonfiabile con Gesù Bambino che faceva l’occhiolino; la presenza allegra e coinvolgente di Luca Bergamaschi, animatore di Striscia la notizia; i giochi…

Il centro di tutto è stato sicuramente l’incontro con Gesù nella S. Messa solenne delle ore 11 in Basilica. Molto partecipato e animato dalla Schola Cantorum del Santuario e dal servizio liturgico dei seminaristi, il momento della S. Messa ha unito i cuori fondendoli con quello di Gesù.

La festa dei ragazzi ha lo scopo di richiamare più ragazzi possibili e poterli così avvicinare a una realtà tanto bella ma sempre poco conosciuta che è il Seminario. I seminaristi insieme ai Padri, ad alcune delle loro famiglie, ai volontari e amici della nostra grande Famiglia, hanno incontrato altri nuovi ragazzi e famiglie. A loro è stata fatta la proposta di conoscere ancor meglio il Seminario e il suo cammino, partecipando ai campi vocazionali estivi.

La giornata si è conclusa con il tradizionale lancio dei palloncini (volati lontanissimo, perfino in Francia e Germania!!!) e una buona merenda. Affidiamo sempre di nuovo i frutti di questa meravigliosa festa al Piccolo Re e alla Madonna, Regina delle vocazioni.

gita seminario
gita seminario

Le SEMINARIADI 2018 hanno visto impegnati tutti i nostri ragazzi, uniti ad altri seminaristi a Padova, città ospitante il grande evento che quest’anno compie 19 anni! Questo annuale appuntamento è così organizzato: una giornata di gare olimpiche (corse, lanci, salti e staffette con l’atteso campionato di calcio) tra ragazzi seminaristi tra i 10 e i 18 anni. Per noi di Arenzano è la seconda edizione a cui aderiamo. Mentre l’anno scorso era una novità e abbiamo partecipato un po’ come “nuovi”, quest’anno ci siamo preparati in tutti i sensi: tifoseria con tanto di fumogeni, tamburi e inni da stadio; coreografia e divise per il calcio… Abbiamo portato via qualche medaglia e l’esperienza delle Seminariadi ancora una volta ci ha riempito il cuore, conoscendo tanti e tanti ragazzi ed educatori. A Gesù Bambino e alla Vergine Maria affidiamo la nostra e la vocazione di tutti i ragazzi incontrati.

Questa attesa data però è stata preceduta da un’altra arricchente esperienza: il pellegrinaggio sui luoghi del BEATO ROLANDO RIVI, seminarista martire degli anni ’40 del novecento. Visitare e attraversare i luoghi abitati e conosciuti da lui stesso non tantissimi anni fa e conoscere meglio la sua affascinante figura; pregare sulla sua tomba e vivere una mezza giornata nel suo Seminario ha caricato di emozioni e soprattutto di motivazioni profonde la nostra vocazione. Rolando è entrato nei nostri cuori e nelle nostre preghiere.

La prima tappa della nostra gita-pellegrinaggio verso le Seminariadi è stata la permanenza a Brescello, in provincia di Reggio Emilia, paese di don Camillo e Peppone, famosa coppia di amici-nemici attori di una bella serie di films, uno dei quali visto sul pulmann mentre ci recavamo sul luogo. Una originale guida ci ha accompagnato, spiegandoci in modo esauriente aneddoti e avventure del montaggio dei films di don Camillo. Musei, piazze e Chiesa parrocchiale hanno saziato la nostra curiosità sui due simpatici personaggi.
Padre Paolo Galbiati

Qualcosa su di lui

Il P. Rettore P. Paolo Galbiati

Nasce a Milano nel 1982, quarto di 6 fratelli.

Nel settembre del 1995 entra in seminario frequentando la terza media.

Nel 2001 inizia il cammino religioso al Deserto di Varazze

diventando fra Paolo della Trinità.

Nel 2009 è stato ordinato sacerdote e

dal giugno 2014 guida il Seminario di Arenzano

come Padre Rettore.

Padre Paolo GalbiatiRettore del Seminario
Nasce a Milano nel 1982, quarto di 6 fratelli. Nel settembre del 1995 entra in seminario frequentando la terza media. Nel 2001 inizia il cammino religioso al Deserto di Varazze diventando fra Paolo della Trinità. Nel 2009 è stato ordinato sacerdote e dal giugno 2014 guida il Seminario di Arenzano come Padre Rettore.

Contatta P. Paolo

Invia un messaggio:

LA CONSACRAZIONE DELLE FAMIGLIE ALLA VERGINE MARIA

Domenica 13 Maggio 2018 – festa liturgica dell’Ascensione e memoria della prima Apparizione della Madonna a Fatima – il Santuario di Arenzano è diventato il centro promotore di una importantissima celebrazione: la consacrazione delle famiglie alla Vergine Maria.

L’idea è nata mesi fa da una famiglia, che ci ha proposto di consacrare le famiglie a Maria, in un momento storico dove questa cellula della nostra società è così minata e minacciata da tanti venti di ideologie che vogliono distruggerla. Maria è la Regina delle famiglie e queste sono un dono da custodire e da difendere. Subito la proposta è stata accolta e concretizzata così: anzitutto la preparazione. Da mesi abbiamo atteso il giorno scelto per la consacrazione: 13 maggio, anniversario delle apparizioni della Madonna a Fatima. Quale ricorrenza migliore? La preparazione è consistita nella preghiera, nell’approfondimento personale del significato della consacrazione e nel desiderio di viverla come atto di abbandono totale e fiducioso a Maria.
Poi la giornata del 13 maggio è stata così vissuta: alle 11 la S. Messa solenne in Santuario, presieduta da P. Davide Bianchino, che soprattutto nella sua coinvolgente omelia ci ha richiamato all’esempio di Maria, donna piena di fede e di semplicità, anche nelle “nubi” della vita, cioè nei momenti in cui non tutto è chiaro e sembra che il Signore non si faccia vedere. Consacrare la famiglia a Maria significa essere certi della sua vicinanza, “anche se è notte”.

La chiarissima e profonda catechesi di Don Alvise, giovane sacerdote diocesano di Genova, ci ha veramente caricati interiormente e preparati ancor meglio a vivere con serietà e gioia la consacrazione. Consacrarsi significa essere tolti dal profano per essere inseriti nel divino. Questo è già avvenuto nel Battesimo, ma la consacrazione – ogni consacrazione – richiama questo evento e ci permette di abbandonarci tutti – senza alcuna riserva – al Signore, alla Vergine e sapere che d’ora in poi saranno proprio loro a condurre e a prendersi cura della nostra vita.

La breve catechesi sullo Scapolare, dono carmelitano di Maria che ricorda in modo sensibile e concreto la consacrazione a Lei, ha introdotto il momento centrale della giornata: l’atto di consacrazione alla Madonna. Il Padre Priore del Santuario, P. Michele, ha presieduto il rito solenne e tutte le famiglie presenti in Santuario – compresa anche la nostra del Seminario – si sono consegnate nel Cuore Immacolato di Maria, sicuro rifugio.

La giornata è stata particolarmente sentita, nella cornice della Grande giornata di preghiera celebrata annualmente proprio nel giorno dell’Ascensione, dal lontano 1940. Abbiamo come avvertito la delicata e forte presenza della Vergine Maria, che ancora una volta ha manifestato la sua vicinanza e il suo grande amore, incoraggiandoci così a camminare insieme a Lei, Madre di ogni famiglia. O Maria, Regina delle famiglie, prega per noi e custodisci ogni famiglia che a te si è consacrata

Paolo della Trinità

Padre Paolo Galbiati
Padre Paolo Galbiati e Padre Lorenzo Galbiati
Padre Paolo Galbiati

Accanto al famoso Santuario dedicato a Gesù Bambino, una grande famiglia di ragazzi pieni di gioia!

Indirizzo

Indirizzo :

Piazza Gesu' Bambino, Arenzano, GE

Telefono :

010/9127113

Mobile:

3478242731